Io scelgo

Guida all'orientamento scolastico per gli allievi della scuola secondaria di secondo grado



Mediatore Interculturale

  • Stampa
  • E-mail
CORSO A NUMERO LIMITATO
DESTINATARI: Riservato a cittadini stranieri residenti in Italia da almeno due anni

TITOLO DI STUDIO RICHIESTO: Diploma di Istruzione Secondaria Superiore con dichiarazione di valore oppure superamento delle prove di accertamento-accreditamento delle competenze di ingresso per gli IFTS
DURATA: 600 ore di cui 200 di stage
FREQUENZA: obbligatoria
TITOLO DI STUDIO RILASCIATO: Attestato di Specializzazione Professionale Regionale

Il mediatore interculturale facilita la comunicazione tra individuo, famiglia e comunità nell’ambito delle azioni volte a promuovere e favorire l’integrazione sociale dei cittadini stranieri.
Svolge attività di mediazione e di informazione tra i cittadini stranieri e la comunità di accoglienza favorendo la rimozione delle barriere socio-culturali e linguistiche, la valorizzazione della cultura di appartenenza, promuovendo l’accoglienza, l´integrazione socio economica, la fruizione dei diritti e l’osservanza dei doveri di cittadinanza.
Il mediatore interculturale facilita l’espressione, da un lato, dei bisogni dell’utente e, dall’altro, delle caratteristiche, risorse e vincoli del sistema d’offerta dei servizi. Propone specifiche prestazioni, collabora con gli Enti e con gli operatori dei servizi pubblici e privati affiancandoli nello svolgimento delle loro attività e partecipando alla programmazione, progettazione, realizzazione e valutazione degli interventi.
Ha un'adeguata conoscenza della lingua italiana, una buona conoscenza della lingua madre o della lingua veicolare scelta ai fini della mediazione, dei codici culturali sottesi del gruppo di riferimento e dell’ambito in cui l’attività si svolge. È dotato di adeguate capacità comunicative, di relazione e di gestione dei conflitti.




Al termine del corso sarà in grado di:

  • Analizzare i bisogni e le risorse del cittadino straniero e il contesto di intervento
  • Mediare nei contesti di riferimento
  • Progettare interventi di mediazione e di integrazione interculturale nei differenti contesti di vita



Il mediatore interculturale potrà prestare la sua opera presso strutture e servizi, sia pubblici che privati (ASL, ospedali, consultori, scuole, centri di accoglienza, servizi socio assistenziali, carceri, uffici pubblici sia statali che dell'amministrazione locale). Potrà collaborare con gli operatori dei servizi pubblici e privati affiancandoli nello svolgimento delle loro attività e partecipando alla programmazione degli interventi al fine di garantirne l'efficacia. Potrà finalizzare la professionalità acquisita al fine di fornire la sua opera a soggetti pubblici e privati precedentemente citati, anche promuovendo con altri allievi la costituzione di un'impresa di servizi in regime di cooperativa.



In PROVINCIA DI TORINO il corso è attivato anche presso
SFEP - Via Cellini 14 - Torino - tel. 011.01128910 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Aggiornato l'8 settembre 2020

Indirizzi

Provincia di ALESSANDRIA
Macro classificazione Tipo insegnamento Nome struttura Nome sede Tipo sede Indirizzo (via-nome via-civico) Comune
AGENZIA FORMATIVA AGENZIA FORMATIVA ENAIP EN.A.I.P. - ALESSANDRIA Sede operativa Piazza Santa Maria di Castello 9 ALESSANDRIA
Provincia di CUNEO
Macro classificazione Tipo insegnamento Nome struttura Nome sede Tipo sede Indirizzo (via-nome via-civico) Comune
AGENZIA FORMATIVA AGENZIA FORMATIVA ENAIP EN.A.I.P. - CUNEO Sede operativa Corso Garibaldi 13 CUNEO
Provincia di TORINO
Macro classificazione Tipo insegnamento Nome struttura Nome sede Tipo sede Indirizzo (via-nome via-civico) Comune
AGENZIA FORMATIVA AGENZIA FORMATIVA ENAIP EN.A.I.P. - TORINO Sede operativa Via del Ridotto 5 TORINO