Io scelgo

Guida all'orientamento scolastico per gli allievi della scuola secondaria di secondo grado



Ingegneria gestionale

  • Stampa
  • E-mail
L-9/L-8  Classe delle Lauree in Ingegneria Industriale e Classe delle Lauree in Ingegneria dell'informazione


Politecnico di TORINO - Sede di  Torino
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA GESTIONALE E DELLA PRODUZIONE - Collegio di Ingegneria Gestionale


CORSO A NUMERO PROGRAMMATO: 509 (20 riservati a studenti stranieri contingentati)
TITOLO DI STUDIO RICHIESTO: Diploma di Istruzione Secondaria Superiore o di altro titolo di studio estero riconosciuto idoneo
DURATA: 3 anni
CREDITI FORMATIVI UNIVERSITARI (CFU): 180
FREQUENZA:  consigliata
TIROCINIO: facoltativo
TITOLO DI STUDIO RILASCIATO: Laurea
Il Primo anno è comune a tutti i Corsi di Laurea in Ingegneria ed è offerto anche in lingua inglese ed  in modalità streaming lezioni on-line


Il Corso di Laurea interclasse in Ingegneria Gestionale ha come obiettivo la formazione di una tipologia ambivalente di ingegnere, sia focalizzata sulle tecnologie di gestione ed organizzazione di sistemi complessi, sia orientata alla gestione e conduzione di sistemi logistici e di produzione.
Esso è pertanto caratterizzato da una base di insegnamenti tipici dell'ingegneria e da un complemento di insegnamenti specifici per i due ambiti.
Ne consegue che, oltre alle discipline di base comuni a tutti i corsi di laurea in ingegneria, durante il Corso di Laurea, il futuro ingegnere gestionale sviluppa competenze specifiche multidisciplinari per affrontare le principali problematiche di pianificazione e controllo delle attività produttive di beni e servizi e delle relative implicazioni organizzative. In aggiunta, nella definizione del proprio piano formativo, lo studente in ingegneria gestionale sceglierà di abbinare una preparazione nei due seguenti domini:
  • la gestione delle ICT (Information Communication Technology), e dei sistemi informativi in particolare, per il supporto delle principali attività aziendali (amministrazione e contabilità, vendite, pianificazione e controllo della produzione e dei flussi logistici) ;
  • la gestione dei flussi logistici, la progettazione degli impianti industriali e delle principali tecnologie di produzione.
Il Corso di Laurea prepara inoltre alla laurea magistrale in Ingegneria Gestionale, che è risultata essere in questi anni il principale sbocco per gli Ingegneri Gestionali di primo livello che hanno deciso di completare il percorso di studi universitari.

Risultati di apprendimento attesi, espressi tramite i Descrittori europei del titolo di studio
Clicca di seguito per consultare le schede specifiche
Politecnico di Torino




Clicca di seguito per consultare le schede degli insegnamenti delle singole sedi:
TORINO - Politecnico di Torino



I laureati in  Ingegneria Gestionale possono svolgere la loro attività  negli ambiti dell'ingegneria di processo, della gestione dei flussi logistici interni ed esterni (distribuzione e approvigionamento), l'analisi e la gestione dei sistemi informativi in un'organizzazione, sia essa un'impresa privata o un ente pubblico.

Per accedere agli sbocchi occupazionali di questo corso di laurea non è prevista l’iscrizione ad alcun albo o ordine professionale.

In applicazione del Dpr 5/6/2001 n. 328 con la Laurea della classe L-8 – Ingegneria dell'informazione è anche possibile conseguire l'abilitazione all'esercizio della professione di Perito industriale (sezione elettronica e telecomunicazioni).

Attività professionali nel campo dell'ingegneria dell'informazione

Tecnico di Organizzazione


Funzione:
Tale figura abbina l'attitudine ad identificare e implementare soluzioni informatiche per la gestione aziendale, alla capacità di analizzare i processi aziendali. Più precisamente, essa opera all'interno dell'azienda con l'obiettivo di analizzare i processi aziendali chiave per la competitività aziendale e per questi individuare possibili miglioramenti organizzativi , valutando le soluzioni informatiche più adeguate. In organizzazioni complesse e/o di dimensioni medio-grandi, questa figura assiste analoghe figure professionali caratterizzate da una maggiore esperienza professionale nel ruolo.

Competenze:
- modelli e tecniche organizzative;
- tecniche di contabilità industriale e di analisi dei costi;
- nozioni di economia aziendale;
- metodologie per la gestione dei flussi e degli stock;
- metodologie negli ambiti del software, delle architetture dei sistemi di elaborazione e delle reti di calcolatori;
- nozioni tecnologico-impiantistiche.

Analista di Sistema


Funzione:
Tale figura costituisce l'elemento di interfaccia tra management aziendale e utilizzatori, da un lato, e sviluppatori delle realizzazioni informatiche, dall'altro.
Essa, in collaborazione con gli specialisti informatici, contribuisce a tradurre le richieste direzionali e le esigenze dell'utenza in specifiche tecniche costituenti la base per la realizzazione e lo sviluppo dei sistemi informativi.

Competenze:
- modelli e tecniche organizzative;
- tecniche di contabilità industriale e di analisi dei costi;
- nozioni di economia aziendale;
- metodologie per la gestione dei flussi e degli stock;
- metodologie negli ambiti del software, delle architetture dei sistemi di elaborazione e delle reti di calcolatori;
- nozioni tecnologico-impiantistiche.

Revisore di Sistema Informativo


Funzione:
Questa figura, in un'azienda o in un ente pubblico, è chiamata a svolgere un'attività di natura consulenziale mirata alla valutazione critica ed indipendente delle funzionalità e dell'economicità dei sistemi informativi, avendo attenzione alle problematiche connesse alla sicurezza, alla qualità prestazionale e alla conformità agli standard consolidati. La sua preparazione gli consente di proporre soluzioni con un corretto bilanciamento tra benefici attesi, costi e rischi.
Per le revisioni condotte su sistemi informativi complessi impiegati da organizzazioni medio-grandi, questa figura coadiuva un'analoga figura che detiene la responsabilità complessiva sull'opera di revisione, potendo questa contare su una più lunga esperienza professionale in questo ruolo.

Competenze:
- tecniche di contabilità industriale e di analisi dei costi;
- metodologie per la gestione dei flussi e degli stock;
- metodologie negli ambiti del software, delle architetture dei sistemi di elaborazione e delle reti di calcolatori;
- nozioni di economia aziendale;
- nozioni tecnologico-impiantistiche.

Responsabile Logistica


Funzione:
Si occupa di pianificare, gestire e controllare le attività relative ai processi di approvvigionamento, gestione delle scorte e distribuzione dei prodotti finiti. Contestualmente a tali obiettivi, concepisce e valuta costi e benefici di innovazioni in ambito della logistica di approvvigionamento e di distribuzione e della gestione del magazzino. Sa individuare sistemi informativi e tecnologie informatiche a supporto di tali attività.
Tipicamente opera in affiancamento a figure professionali con analoga specializzazione e con esperienza professionale nel ruolo almeno triennale.

Competenze:
- metodologie per la gestione dei flussi e degli stock;
- nozioni di economia aziendale;
- nozioni tecnologico-impiantistiche;
- nozioni informatiche e telematiche.

Ingegnere di Processo


Funzione:
Tale figura opera tipicamente all'interno di aziende manifatturiere (solitamente di dimensione medio-grande) e si occupa dell'analisi dei processi produttivi, della progettazione dei piani d'intervento indirizzati ad un miglioramento dell'organizzazione produttiva. Ha il compito di ottimizzare i fattori ed i processi che concorrono alla produzione in un'ottica di "produzione snella" introducendo metodologie produttive e organizzative per il conseguimento di obiettivi di miglioramento dell'efficienza e della produttività. Tipicamente opera in affiancamento a figure professionali con analoga specializzazione e con maggiore esperienza professionale nel ruolo.

Competenze:
- metodologie per la gestione dei flussi e degli stock;
- nozioni tecnologico-impiantistiche;
- tecniche di contabilità industriale e di analisi dei costi;
- nozioni di economia aziendale;
- nozioni di statistica applicate al controllo dei processi produttivi.


Il corso prepara alle professioni di

  • Analisti di sistema
  • Ingegneri industriali e gestionali



SEDI IN CUI E' ATTIVO IL PERCORSO

TORINO - Dipartimento di Ingegneria gestionale e della produzione - Collegio di Ingegneria Gestionale - Politecnico di Torino

Aggiornato il 25 settembre 2019

ATTENZIONE

GLI INDIRIZZI SOTTOSTANTI SI RIFERISCONO ALLA SEGRETERIA STUDENTI

Indirizzi

Provincia di TORINO
Macro classificazione Tipo insegnamento Nome struttura Nome sede Tipo sede Indirizzo (via-nome via-civico) Comune
UNIVERSITA' - Politecnico di Torino Dipartimento di ingegneria gestionale e della produzione Sede centrale Corso Duca degli Abruzzi 24 TORINO